Sicilia

cerca solo su News cerca su LaSicilia.com

   Home Page :: News :: LE FESTE DI NATALE A PALERMO, UN GRANDE PRESEPE A PIAZZA POLITEAMA E TANTE OCCASIONI PER SCOPRIRE IL MAGICO BAROCCO DEL SERPOTTA
 

[ leggi i commenti a questa news (0) | commenta questa news ]

LE FESTE DI NATALE A PALERMO, UN GRANDE PRESEPE A PIAZZA POLITEAMA E TANTE OCCASIONI PER SCOPRIRE IL MAGICO BAROCCO DEL SERPOTTA

Un grande Presepe di fronte al Teatro Politeama, un labirinto per i più piccini davanti al Teatro Massimo, apparati scenografici nelle strade del centro, enormi alberi di Natale di grande impatto scenico in zone strategiche della città (uno anche davanti al santuario di Santa Rosalia, a Monte Pellegrino, e un altro all’aeroporto Falcone Borsellino), luminarie e installazioni disseminati nei luoghi dello shopping, itinerari culturali, spettacoli e concerti in chiese e oratori.

Queste le principali attrazioni delle festività natalizie a Palermo, dal 6 dicembre al 6 gennaio 2004, promosse dal Comune e ideate dall’Ufficio Grandi Eventi, direttore artistico Davide Rampello. Un grande dicembre, un dicembre tutto bianco come gli stucchi di Giacomo Serpotta.

All’opera del grande scultore palermitano (1656-1732), genio del Barocco europeo, infatti, sono dedicate le manifestazioni che caratterizzano le festività natalizie 2003-04, il cui obiettivo è quello di coinvolgere cittadini e turisti in una magica atmosfera “da museo diffuso” lungo piazze e strade di Palermo.

Le due strutture di maggiore visibilità. Una delle opere più celebri del Serpotta, la Natività, sarà riprodotta in grandi dimensioni all’interno di una struttura architettonica in piazza Ruggiero Settimo, con ai lati due giganteschi alberi di Natale. Mentre a piazza Verdi sarà realizzata un’installazione, Il Giardino dell’Angelo del Tempo, cinto di siepi di bosso dipinte di bianco: un autentico labirinto dove, sull’onda della soave musica dell’arpa, bimbi e ragazzi verranno intrattenuti da storie e danze di mimi e figuranti vestiti da angeli.

L’arredo urbano. Luci speciali di particolare suggestione sfavilleranno sopra gli alberi di via Libertà, nel tratto fra piazza Croci e il Politeama, di piazza Verdi e in piazza Vittorio Veneto, nell’anello alberato attorno al monumento ai Caduti. Lungo via Ruggiero Settimo, inoltre, tra il Politeama e il Massimo, sarà allestita una decorazione di festoni luminosi ai quali verranno applicati putti e angioletti d’ispirazione serpottiana. Lo stesso si potrà ammirare in corso Vittorio Emanuele e nelle strade limitrofe.

All’insegna della memoria teatrale. Un insolito percorso, poi, è stato pensato fra le zone del Teatro Santa Cecilia e del Teatro Massimo: qui, le vetrine di alcuni negozi, saranno vivacizzate da costumi, oggetti di scena e strumenti di attrezzeria teatrale del Massimo.

Sulle tracce del “meraviglioso”. Ma al centro delle iniziative culturali, la novità più rilevante è costituita dalla possibilità per cittadini e turisti di visitare le nove chiese e i due oratori in fase ultimativa di restauro, dove si trovano capolavori del Serpotta, con visite guidate dalle 18 alle 22.30 e servizi di bus appositamente organizzati. E in molti di questi “gioielli” artistici e architettonici, spazio serale per spettacoli teatrali e concerti di musica barocca.

In periferia. Nelle iniziative verrà coinvolta anche la periferia, con venti parrocchie particolarmente attive e popolose, luoghi d’incontro e di attività religiose, destinate ad accogliere spettacoli e concerti ad opera di artisti locali, orchestre e cori, zampognari e animatori per ragazzi. I prospetti delle chiese avranno addobbi natalizi.

Due appuntamenti d’effetto sorprendente. Una grande festa barocca è in programma a piazza Pretoria, dinanzi alla splendida fontana michelangiolesca appena restaurata, con strutture effimere, suggestioni di luci e un magnifico concerto. Mentre uno spettacolo sugli ultimi momenti di vita di Giacomo Serpotta, protagonista l’attore Mariano Rigillo, verrà messo in scena nell’oratorio di San Lorenzo.

Un mese, dunque, ricco di idee e di iniziative – da ogni punto di vista: culturale, turistico, spettacolare, economico – per vivere la più bella festa di pace e di serenità in maniera felicemente insolita e movimentata. Ma anche per trasformare la città in un “teatro delle emozioni”.

IL PROGRAMMA

vai al sito web

Sei il lettore numero 21452 di questa news o articolo


[ leggi i commenti a questa news (0) | commenta questa news ]
IL NOSTRO SPONSOR

Categorie - Categories
  Affiliati a LaSicilia.com
  Agriturismo
  Associazioni
  Arte e Cultura
  Aziende
  Bed and Breakfast
  Camping
  Cinema
  Città e località
  Eventi e Appuntamenti
  Fotografie
  Gastronomia e Prodotti Tipici
  Genealogia
  Governo ed Enti Pubblici
  Home Pages e Blog
  Hotels
  Immobiliari e Affitti
  Internet
  Libri e Video
  Musica
  Musei
  News ed Articoli
 · Prodotti Tipici Siciliani
 · Ristoranti e Trattorie
 · Scuola e Università
  Siciliani e Siciliane
  Terme e Centri Benessere
  Sport
  Viaggi e Turismo
  TV e Stampa
  Villaggi Turistici
  Miscellanea

[ Aggiungi il tuo sito, Segnala la tua struttura, Segnala un Evento, Suggerisci una News ]

Note legali, Cookie Policy e Privacy

© 1995-2006 Sicily Network - Realizzazione: Studio Scivoletto - 01194800882
LaSicilia.com® è un marchio registrato

CERCA su Google

Limitazione di responsabilità - Con riferimento ai documenti disponibili su questo servizio, nè Studio Scivoletto, nè i suoi dipendenti forniscono alcuna garanzia, implicita o esplicita, nè si assumono alcuna responsabilità legale riguardante l'accuratezza, la completezza o l'utilità di tali informazioni. Studio Scivoletto declina ogni responsabilità per tali contenuti o per il loro uso.