Sicilia

cerca solo su News cerca su LaSicilia.com

   Home Page :: News :: La Sicilia vista dall'arte
 

[ leggi i commenti a questa news (1) | commenta questa news ]

LA SICILIA VISTA DALL'ARTE

Vitaliano Brancati ne "dipinse" le sottili trame amosore, Leonardo Sciascia ne raccontò le segrete ingiustizie ma indiscutibilmente la Sicilia è sempre stata fonte di idee per grandi artisti che ne hanno delineato la morfologia culturale.

Il cinema ha saputo ben descrivere quello che da tutti è ricordato come il geloso per antonomasia: nel "Divorzio all'Italiana" un focoso Mastroianni riccorreva al senso dell'onore per scagionarsi dall'omicidio della moglie dopo averla spinta più volte al tradimento. Luchino Visconti con il suo capolavoro "La terra trema" riadatta in una traduzione quasi testuale de "i Malavoglia" di Verga e Pier Paolo Pasolini orchestra la sua "Medea", interpretata da una splendida Maria Callas, ai piedi dell'Etna. Da un passato storico ad un continuo presente che pensa al futuro.

Ma l'immagine della Sicilia è anche quella dei drammatici documentari di Sergio Zavoli e delle amare vicende di quel "Salvatore Giuliano" ritratto da Rosi nel suo celebre film.

Quest'ultima purtroppo è l'istantanea più nitida che ci rimane in mente: quella di una terra logorata dai delitti e dalle vendette tra famiglie onorate. "Il Padrino" ha segnato per sempre l'opinione popolare che si associa alle terre del profondo sud.

Una reputazione che solo ultimamente comincia ad essere smentita e che finalmente consegna nelle mani dei suoi abitanti le possibilità per risollevare attraverso il turismo le sorti di questa regione tanto decantata quanto boicottata.

Non si può certo negare che tale nomea sia riconducibile alle stragi che hanno visto morire grandi personalità come Falcone e Borsellino. La Sicilia e i siciliani hanno dovuto così trascinare per molti anni la croce dell'ingratitudine. La cattiva pubblicità, infatti, che ha ostracizzato per molto tempo la terra di Pirandello, Quasimodo e Vittorini, è stata anche la culla della cultura greca dalla quale i Romani hanno appreso la maggior parte delle arti nobili e dalla cui matrice ancora oggi attingiamo avidamente.

L'isola che ci è sempre stata presentata sotto il falso nome di Riina o Buscetta finalmente può contare su una rivalsa mediatica fatta di personaggi dello spettacolo, della cultura e dell'arte. Una nuova immagine non più filtrata attraverso la distorta visione di un tempo ma ad alta tecnologia e di sicuro contenuto culturale. Nei confronti di una regione minacciata da problemi di ogni genere, ci sentiamo in dovere di elogiare, a nome di tutta la redazione di Medialab75 la caparbietà creativa ed intellettuale che la Sicilia infonde da secoli nella nostra cultura.

Simone Camillo Marchino

vai al sito web

Sei il lettore numero 11076 di questa news o articolo


[ leggi i commenti a questa news (1) | commenta questa news ]
IL NOSTRO SPONSOR

Categorie - Categories
 · Affiliati a LaSicilia.com
 · Agriturismo
 · Associazioni
 · Arte e Cultura
 · Aziende
 · Bed and Breakfast
 · Camping
 · Cinema
 · Città e località
 · Eventi e Appuntamenti
 · Fotografie
 · Gastronomia e Prodotti Tipici
 · Genealogia
 · Governo ed Enti Pubblici
 · Home Pages e Blog
 · Hotels
 · Immobiliari e Affitti
 · Internet
 · Libri e Video
 · Musica
 · Musei
 · News ed Articoli
 · Prodotti Tipici Siciliani
 · Ristoranti e Trattorie
 · Scuola e Università
 · Siciliani e Siciliane
 · Terme e Centri Benessere
 · Sport
 · Viaggi e Turismo
 · TV e Stampa
 · Villaggi Turistici
 · Miscellanea

[ Aggiungi il tuo sito, Segnala la tua struttura, Segnala un Evento, Suggerisci una News ]

Note legali, Cookie Policy e Privacy

© 1995-2006 Sicily Network - Realizzazione: Studio Scivoletto - 01194800882
LaSicilia.com® è un marchio registrato

CERCA su Google

Limitazione di responsabilità - Con riferimento ai documenti disponibili su questo servizio, nè Studio Scivoletto, nè i suoi dipendenti forniscono alcuna garanzia, implicita o esplicita, nè si assumono alcuna responsabilità legale riguardante l'accuratezza, la completezza o l'utilità di tali informazioni. Studio Scivoletto declina ogni responsabilità per tali contenuti o per il loro uso.