Sicilia

cerca solo su News cerca su LaSicilia.com

   Home Page :: News :: Perché il cielo è blu ? La risposta a questo e altro su GOOGLE !!!
 

[ leggi i commenti a questa news (0) | commenta questa news ]

PERCHÉ IL CIELO È BLU ? LA RISPOSTA A QUESTO E ALTRO SU GOOGLE !!!

Vi sarà capitato di imbattervi, girando per il web, in una di queste domande:

- Perché il cielo è blu ?
- Qual è il punto più basso della terra ?
- Qual è la stella più vicina ?
- Qual è la capitale del Perù ?
- Qual è l’edificio più alto del mondo ?
- Lo sai chi ha inventato il tiramisù ?
- Ti ricordi il risultato della finale mondiale Brasile-Italia del 1970 ?
- Lo sai chi ha inventato il primo computer ?
- In che anno “La Dolce Vita” ha vinto l’Oscar ?

Cliccando su questi annunci si arriva sul sito di Google, motore di ricerca – ma non solo - che è riuscito a stravolgere Internet, migliorandola.

Con pochissimo sforzo, su Google, infatti, abbiamo trovato le risposte: il cielo è blu perché le particelle dell’atmosfera fanno passare tutte le frequenze della luce tranne quella blu che rimbalza e si espande nell’atmosfera; il punto più basso della terra è il Mar Rosso che si trova a 400m sotto il livello del mare; la stella più vicina alla terra è ovviamente il sole, ma quella più vicina al sole è Proxima Centauri; la capitale del Perù è Lima; L’edificio più alto del mondo è il Taipei Financial Center con i suoi 508 metri d’altezza … e così via, cliccate sulle domande in alto se siete curiosi.

Il fatto è che mai, prima d’ora, l’umanità – o almeno quella percentuale di essa che ha accesso ad Internet – ha avuto a disposizione una così grande babele di informazioni su cui ricercare.

Come cambierà, o come è già cambiata, la nostra vita grazie a Internet e a Google ? Anni fa leggevo che la ricchezza o la potenza di una nazione o di un popolo, stava nella possibilità di accesso all’informazione. Adesso sembra che non ci siano limiti alla quantità di informazioni disponibili su cui ricercare, e ricercare sembra sia l’attività più praticata in Internet.

La rivoluzione che sta alla base del successo di Google, oltre che all’altissimo numero di pagine indicizzate, è l’algoritmo di ricerca che individua e riconosce l’effettivo valore di una pagina indipendentemente dal suo contenuto che ovviamente conta, ma non è l’unica variabile su cui si Google basa per decidere se proporla ai primi posti per una ricerca con delle parole chiave contenute nel testo della pagina.

Ad esempio, ci saranno milioni di pagine che contengono la parola “Italia”. Google decide di fare uscire ai primi posti alcune pagine piuttosto che altre in base alla “popolarità” delle pagine. Più una pagina è presente su altri siti web, possibilmente che parlano anche loro dell’Italia, più quella pagina sarà, per Google, congrua rispetto alla nostra ricerca con la parola chiave “Italia” e più in alto uscirà nelle nostre ricerche quando ricercheremo “Italia”.

Diventa difficile, se non impossibile, allora “frodare” Google inserendo ad arte, come si riusciva a fare prima con altri motori, la parola chiave “Italia” qui e là nella pagina.

Ma allora, se vogliamo fare un sito che parli dell’Italia e vogliamo che esca ai primi posti delle ricerche cosa dobbiamo fare?

La risposta è semplice, dobbiamo fare un sito che offra molte più informazioni rispetto a quelli che sono già ai primi posti, che sia ben strutturato, che sia effettivamente valido, aggiornato, curato. E aspettare, magari cercando quanto più possibile di farlo conoscere a tutto il mondo, investendo in pubblicità su siti mirati o … beh, il resto sono segreti del mestiere. Insomma, il punto cruciale è quello che, nella maggior parte dei casi, per arrivare ai primi posti di Google un sito deve effettivamente “valere”, deve essere utile.

Ecco perchè diciamo che Google ha migliorato la nostra vita. Beh, magari esagero, forse è meglio dire che ha migliorato la vita degli utenti Internet, in primis: Google spinge all’eccellenza.

Essere ai primi posti di Google implica il successo, anche economico, di un sito web. Se si vogliono raggiungere posizioni di eccellenza si deve necessariamente realizzare qualcosa di eccellente.

Google è democratico? Fino ad oggi sembra proprio che Google sia molto più democratico, a livello informativo, di qualsiasi altro media esistente. Su Google tutti, ma proprio tutti, possono inserire il proprio sito e la sezione delle NEWS presenta notizie da decine di migliaia di fonti in tutto il mondo senza nessun tipo di filtro. Anche questo articolo finirà su Google e vi starà per un mese. Provate a cercare alla sezione NEWS il titolo dell’articolo. L’indicizzazione dei GRUPPI di discussione, poi, permette a chiunque di poter vedere un proprio “articolo” o “intervento” all’interno di Google. Inserire un articolo sui Newsgroup è semplicissimo. Chi cercherà delle parole chiave contenute nel vostro articolo vedrà cosa avete scritto.

Insomma Google e Internet sono il Free-speech, con i suoi pro e i suoi contro, nella sua versione più ampia fino ad oggi immaginabile.

Fa un po’ paura, ad essere onesti, avere una così vasta informazione. Perché ? Gli esempi cui si può ricorrere sono molti. Una delle cose che si può trovare cercando e leggendo è un video in cui si vede la faccia del Presidente degli stati uniti quando gli dicono che un secondo aereo ha impattato la seconda torre. C’è chi sostiene che Bush sapesse già dell’attacco alle torri e non abbia fatto nulla per fermarlo. In due interviste ha anche dichiarato che ha visto IN DIRETTA il primo aereo schiantarsi sulle torri e di aver pensato che il pilota fosse un incapace (ma nessuno che non fosse proprio sotto le torri o a New York ha visto in diretta il primo aereo) (Vedi: http://www.delos.fantascienza.com/delos/80/80205, http://www.indicius.it/usa_911_1.htm e http://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News&file=article&sid=678).

Oppure, si può anche accedere ad un documentario video mandato già in tutta europa e prodotto dalla tv di stato americana che mostra come Silvio Berlusconi viene visto in america. Documentario che nessuna televisione italiana ha acquistato. Si trova su Emule, network peer to peer attraverso cui è possibile scambiarsi file video e musicali. Il peer-to-peer è ferocemente attaccato, proprio in questi giorni dal decreto Urbani in discussione in Parlamento. Un DVD con i sottotitoli in italiano si trova allegato alla rivista Internazionale (http://www.internazionale.it/pagine/dvd/citizen.html).

Tanti altri esempi possono essere portati in risalto: da teorie su cospirazioni aliene a fazioni del governo americano che vorrebbero sfoltire l’umanità perché le sole risorse che rimangono sembra basterebbero a malapena a tirare avanti altri cinquant’anni. Insomma, discernere il vero dal falso, quando si hanno a disposizione troppe informazioni è difficile. Tutt’altra cosa, e molto più rassicurante, è la visione del mondo imposta dagli altri grandi media. Ma anche in questo caso, anzi, mai come in questo caso, saper discernere, allenarsi ad una visione critica delle notizie che ci offrono (o che non ci offrono) è vitale e Internet e Google ci offrono gli attrezzi per farlo.

vai al sito web

Sei il lettore numero 13486 di questa news o articolo


[ leggi i commenti a questa news (0) | commenta questa news ]
IL NOSTRO SPONSOR

Categorie - Categories
 · Affiliati a LaSicilia.com
 · Agriturismo
 · Associazioni
 · Arte e Cultura
 · Aziende
 · Bed and Breakfast
 · Camping
 · Cinema
 · Città e località
 · Eventi e Appuntamenti
 · Fotografie
 · Gastronomia e Prodotti Tipici
 · Genealogia
 · Governo ed Enti Pubblici
 · Home Pages e Blog
 · Hotels
 · Immobiliari e Affitti
 · Internet
 · Libri e Video
 · Musica
 · Musei
 · News ed Articoli
 · Prodotti Tipici Siciliani
 · Ristoranti e Trattorie
 · Scuola e Università
 · Siciliani e Siciliane
 · Terme e Centri Benessere
 · Sport
 · Viaggi e Turismo
 · TV e Stampa
 · Villaggi Turistici
 · Miscellanea

[ Aggiungi il tuo sito, Segnala la tua struttura, Segnala un Evento, Suggerisci una News ]

Note legali, Cookie Policy e Privacy

© 1995-2006 Sicily Network - Realizzazione: Studio Scivoletto - 01194800882
LaSicilia.com® è un marchio registrato

CERCA su Google

Limitazione di responsabilità - Con riferimento ai documenti disponibili su questo servizio, nè Studio Scivoletto, nè i suoi dipendenti forniscono alcuna garanzia, implicita o esplicita, nè si assumono alcuna responsabilità legale riguardante l'accuratezza, la completezza o l'utilità di tali informazioni. Studio Scivoletto declina ogni responsabilità per tali contenuti o per il loro uso.