Sicilia

cerca solo su News cerca su LaSicilia.com

   Home Page :: News :: Scicli come Vigata
 

[ leggi i commenti a questa news (1) | commenta questa news ]

SCICLI COME VIGATA

Torna la primavera e con essa i turisti in cerca dei luoghi di Montalbano. Nuova ondata di presenze turistiche a Scicli legata alla ricerca dei luoghi in cui vive e opera nella fiction televisiva il commissario Salvo Montalbano. L’anno scorso in agosto, quando la stanza del sindaco Falla fu resa fruibile per i turisti fino a sera per rendere visitabile quella che nella fiction è diventata la stanza del questore Luca Bonetti Alderighi, si registrò una presenza di duemiladuecentosettanta turisti, in nove visite.

Una media di un turista ogni trenta secondi. Allora l’amministrazione comunale di Scicli decise di aprire per due giorni la settimana, il giovedì e il sabato, dalle 20 alle 22, la stanza del sindaco Bartolomeo Falla, che nel famoso serial televisivo ispirato ai libri di Andrea Camilleri è diventata la stanza del Questore.

Mentre Porto Empedocle cambiava addirittura nome in Vigàta in onore del commissario di Camilleri, a Scicli il Comune organizzò, su idea dell’assessore Piccione, con la
collaborazione della cooperativa Siklah, le visite guidate alla stanza di Montalbano.

Come è noto infatti il Municipio della città ha ospitato nel corso dei diversi cicli dello sceneggiato la sede del Commissariato in cui lavora Salvo Montalbano. Quest’anno si registra ancora una volta un’alta presenza di turisti e visitatori desiderosi di una foto nella austera stanza del sindaco di Scicli, senz’altro uno degli interni più eleganti della provincia. La gran parte di questi visitatori chiedono di posare e scattare la loro foto nella sedia del Questore Luca Bonetti Alderighi. Da diversi mesi a questa parte accade infatti che i turisti chiedano al sindaco Falla, che nel corso degli ultimi cinque anni si è privato per lunghi periodi della sua stanza di primo cittadino per ospitare le location della troupe del regista Alberto Sironi, di visitare la sua stanza per vedere di presenza i luoghi in cui Montalbano lavora.

In realtà il vero e proprio ufficio in cui gira Luca Zingaretti era stato allestito nell’ex Camera del Lavoro e nella stanza in cui oggi si trova il protocollo, al piano terra del palazzo municipale. La stanza del sindaco è stata usata come location dell’austero gabinetto del Questore Bonetti Alderighi, con cui spesso Montalbano ha più di un diverbio. Per la prossima estate si attende un nuovo boom ed è probabile che il Comune dovrà replicare l’iniziativa dello scorso anno: la stanza del commissario meta di attrazione turistica, e, perché no, di sana curiosità per i tanti turisti in cerca della qualità Unesco e degli arancini di Salvo Montalbano.

Sei il lettore numero 13602 di questa news o articolo


[ leggi i commenti a questa news (1) | commenta questa news ]
IL NOSTRO SPONSOR

Categorie - Categories
 · Affiliati a LaSicilia.com
 · Agriturismo
 · Associazioni
 · Arte e Cultura
 · Aziende
 · Bed and Breakfast
 · Camping
 · Cinema
 · Città e località
 · Eventi e Appuntamenti
 · Fotografie
 · Gastronomia e Prodotti Tipici
 · Genealogia
 · Governo ed Enti Pubblici
 · Home Pages e Blog
 · Hotels
 · Immobiliari e Affitti
 · Internet
 · Libri e Video
 · Musica
 · Musei
 · News ed Articoli
 · Prodotti Tipici Siciliani
 · Ristoranti e Trattorie
 · Scuola e Università
 · Siciliani e Siciliane
 · Terme e Centri Benessere
 · Sport
 · Viaggi e Turismo
 · TV e Stampa
 · Villaggi Turistici
 · Miscellanea

[ Aggiungi il tuo sito, Segnala la tua struttura, Segnala un Evento, Suggerisci una News ]

Note legali, Cookie Policy e Privacy

© 1995-2006 Sicily Network - Realizzazione: Studio Scivoletto - 01194800882
LaSicilia.com® è un marchio registrato

CERCA su Google

Limitazione di responsabilità - Con riferimento ai documenti disponibili su questo servizio, nè Studio Scivoletto, nè i suoi dipendenti forniscono alcuna garanzia, implicita o esplicita, nè si assumono alcuna responsabilità legale riguardante l'accuratezza, la completezza o l'utilità di tali informazioni. Studio Scivoletto declina ogni responsabilità per tali contenuti o per il loro uso.