Sicilia

cerca solo su News cerca su LaSicilia.com

   Home Page :: News :: Elezioni Europee in Sicilia: Casa delle libertà oltre il 50% ma in calo, Ulivo primo partito
 

[ leggi i commenti a questa news (0) | commenta questa news ]

ELEZIONI EUROPEE IN SICILIA: CASA DELLE LIBERTÀ OLTRE IL 50% MA IN CALO, ULIVO PRIMO PARTITO

La Casa delle Libertà raggiunge e supera il 50%, ma registra calo del 5,3% sulle europee del '99 e del 15,2% rispetto alle politiche del 2001.

A distanza di tre anni dal trionfo della Cdl, che conquistò tutti i 61 seggi nei collegi uninominali della Sicilia, Forza Italia chiude con il 21,5% e ammette la sconfitta.

Il centrosinistra raccoglie poco più del 40% e recupera dieci punti sulle Politiche, quando si fermò al 30%.

An raggiunge il 14,5% e diventa il secondo partito della coalizione, grazie anche all'exploit di Catania, dove batte il partito di Berlusconi e arriva dietro al Listone di Prodi, primo in tutte le province.

Anche l'Udc, guidato dal presidente della Regione Salvatore Cuffaro, raddoppia i consensi delle scorse consultazioni politiche ed europee, e si attesta al 14%. Totò Cuffaro, con circa 165 mila preferenze ottenute, sostiene di voler restare al suo posto. In questo caso gli subentrerebbe Raffaele Lombardo, europarlamentare uscente, presidente della Provincia di Catania e coordinatore siciliano dell'Udc.

Sorprende, nel centro-sinistra, il risultato dell' europarlamentare uscente dei Ds Claudio Fava che, con oltre 217 mila preferenze ottenute in Sicilia, è il più votato nella Regione dopo Berlusconi, che ha raggiunto quasi 222 mila voti.

Anche Luigi Cocilovo viene rieletto con circa 157 mila voti.

Non ce la fa invece per un soffio, nonostante i 152 mila voti conquistati sul campo, il rettore di Catania Ferdinando Latteri, parlamentare Dc nei primi anni Novanta, successivamente passato a Forza Italia e ora candidato dell'Ulivo.

Oltre a Cuffaro, Cociclovo e Fava, a Strasburgo andranno l'uscente Nello Musumeci (An), che raccoglie 111 mila voti alle spalle del capolista Gianfranco Fini, e l'azzurro Giuseppe Castiglione, attuale vice presidente della Regione siciliana e assessore all'Agricoltura. Castiglione ha riportato circa 95 mila voti, superando il presidente della Provincia di Palermo, l'uscente Francesco Musotto, che quasi certamente sarà ripescato con il meccanismo dei resti.

In forse anche un seggio per Rifondazione Comunista, sempre grazie ai resti. Il voto alle Europee nelle prossime settimane avrà ripercussioni inevitabili sul governo regionale, vista anche l'elezione del vicepresidente Castiglione. Il governatore Cuffaro ha annunciato una «verifica» per le prossime settimane, sottolineando che il risultato elettorale ha premiato la coalizione e il suo esecutivo.

vai al sito web

Sei il lettore numero 11574 di questa news o articolo


[ leggi i commenti a questa news (0) | commenta questa news ]
IL NOSTRO SPONSOR

Categorie - Categories
 · Affiliati a LaSicilia.com
 · Agriturismo
 · Associazioni
 · Arte e Cultura
 · Aziende
 · Bed and Breakfast
 · Camping
 · Cinema
 · Città e località
 · Eventi e Appuntamenti
 · Fotografie
 · Gastronomia e Prodotti Tipici
 · Genealogia
 · Governo ed Enti Pubblici
 · Home Pages e Blog
 · Hotels
 · Immobiliari e Affitti
 · Internet
 · Libri e Video
 · Musica
 · Musei
 · News ed Articoli
 · Prodotti Tipici Siciliani
 · Ristoranti e Trattorie
 · Scuola e Università
 · Siciliani e Siciliane
 · Terme e Centri Benessere
 · Sport
 · Viaggi e Turismo
 · TV e Stampa
 · Villaggi Turistici
 · Miscellanea

[ Aggiungi il tuo sito, Segnala la tua struttura, Segnala un Evento, Suggerisci una News ]

Note legali, Cookie Policy e Privacy

© 1995-2006 Sicily Network - Realizzazione: Studio Scivoletto - 01194800882
LaSicilia.com® è un marchio registrato

CERCA su Google

Limitazione di responsabilità - Con riferimento ai documenti disponibili su questo servizio, nè Studio Scivoletto, nè i suoi dipendenti forniscono alcuna garanzia, implicita o esplicita, nè si assumono alcuna responsabilità legale riguardante l'accuratezza, la completezza o l'utilità di tali informazioni. Studio Scivoletto declina ogni responsabilità per tali contenuti o per il loro uso.