Sicilia

cerca solo su News cerca su LaSicilia.com

   Home Page :: News :: 1° FESTIVAL DEL CINEMA ARCHEOLOGICO DEL MEDITERRANEO - Ad Enna dal 3 al 6 Luglio
 

[ leggi i commenti a questa news (2) | commenta questa news ]

1° FESTIVAL DEL CINEMA ARCHEOLOGICO DEL MEDITERRANEO - AD ENNA DAL 3 AL 6 LUGLIO

Sfruttando al meglio le azioni previste in campo archeologico da un POR della Regione siciliana, finanziato dalla UE, l’Ente Biennale di Archeologia di Enna (un consorzio dei comuni “archeologici” dell’ennese), ha realizzato un importante Pit che mira a valorizzare le risorse monumentali, culturali e ambientali di taluni siti “minori”, tuttavia ricchi di potenzialità davvero grandi e suggestive.

Il consorzio è pilotato dalla Provincia regionale di Enna la quale, nel quadro di una seria ipotesi di sviluppo turistico, ha già creato, unico caso in Sicilia, un assessorato alle “aree archeologiche” e individuato Piazza Armerina come polo delle attività formative fra cui il già operante istituto universitario per operatori turistici e l’istituenda facoltà in beni archeologici.

Da questo contesto di fervore creativo nasce il programma 2004 della Biennale di Archeologia, presentato dal suo presidente, dott. Giuseppe Lo Iacono, nella splendida sala della Biblioteca comunale di Piazza Armerina.

Il ratto di Proserpina - Kore, i santuari e il culto di Demetra, particolarmente diffuso in Sicilia, saranno i temi dominanti del programma che si snoderà, dal 1° al 6 luglio, fra le località più rinomate della provincia: dal 1° al 4 luglio fra Enna, Piazza Armerina e Centuripe, “Il 1° Convegno internazionale Demetra. La divinità, i santuari, il culto, la leggenda” e, dal 3 al 6 luglio al Castello di Lombardia di Enna, “Il 1° Festival del Cinema archeologico del Mediterraneo - Premio Kore”.

Un programma di alto contenuto culturale e scientifico (sono previste partecipazioni dei più qualificati esponenti della ricerca archeologica siciliana e internazionale) e che guarda al Mediterraneo come ambito geo-culturale privilegiato, in collegamento con le esperienze più avanzate che troveranno nel Festival del Cinema archeologico lo spazio di dialogo e di una cooperazione reciprocamente vantaggiosa.

Un primo esempio di tale originale sforzo è rappresentato dal pregevole documentario del regista palermitano Maurizio Di liberto Paulsen ,“Demetra. Ragioni e luoghi di un culto in Sicilia”, presentato in anteprima nazionale a conclusione della conferenza di Piazza Armeria.

Il lavoro di Diliberto è anche un po’ un’interessante fiction, realizzata con un cast di 11 attrici e attori tutti siciliani, attraverso i siti archeologici dove più celebrato è stato il culto della dea delle messi. Al Festival del cinema archeologico del Mediterraneo, oltre al documentario del regista palermitano (fuori concorso), parteciperanno altre, importanti produzioni provenienti da Francia, Germania, Inghilterra, Italia, USA e Giappone.

Sei il lettore numero 11922 di questa news o articolo


[ leggi i commenti a questa news (2) | commenta questa news ]
IL NOSTRO SPONSOR

Categorie - Categories
  Affiliati a LaSicilia.com
  Agriturismo
  Associazioni
  Arte e Cultura
  Aziende
  Bed and Breakfast
  Camping
  Cinema
  Città e località
  Eventi e Appuntamenti
  Fotografie
  Gastronomia e Prodotti Tipici
  Genealogia
  Governo ed Enti Pubblici
  Home Pages e Blog
  Hotels
  Immobiliari e Affitti
  Internet
  Libri e Video
  Musica
  Musei
  News ed Articoli
 · Prodotti Tipici Siciliani
 · Ristoranti e Trattorie
 · Scuola e Università
  Siciliani e Siciliane
  Terme e Centri Benessere
  Sport
  Viaggi e Turismo
  TV e Stampa
  Villaggi Turistici
  Miscellanea

[ Aggiungi il tuo sito, Segnala la tua struttura, Segnala un Evento, Suggerisci una News ]

Note legali, Cookie Policy e Privacy

© 1995-2006 Sicily Network - Realizzazione: Studio Scivoletto - 01194800882
LaSicilia.com® è un marchio registrato

CERCA su Google

Limitazione di responsabilità - Con riferimento ai documenti disponibili su questo servizio, nè Studio Scivoletto, nè i suoi dipendenti forniscono alcuna garanzia, implicita o esplicita, nè si assumono alcuna responsabilità legale riguardante l'accuratezza, la completezza o l'utilità di tali informazioni. Studio Scivoletto declina ogni responsabilità per tali contenuti o per il loro uso.