Sicilia

cerca solo su News cerca su LaSicilia.com

   Home Page :: News :: Pasqua 2005 a Palermo - SACRA RAPPRESENTAZIONE A PARTANNA MONDELLO
 

[ leggi i commenti a questa news (0) | commenta questa news ]

PASQUA 2005 A PALERMO - SACRA RAPPRESENTAZIONE A PARTANNA MONDELLO

E’ una Sacra Rappresentazione. Si tratta quindi di un ritorno alle origini del teatro, quelle inglesi, che trattavano sacre rappresentazioni e si svolgevano all’aperto, nelle piazze adiacenti le chiese. Anche la Sacra Rappresentazione di Partanna Mondello usa per lo sviluppo della scena luoghi all’aperto e scenari naturali il più perfettamente aderenti alle testimonianze evangeliche.

La ns. Rappresentazione si differenzia da tutte le altre manifestazioni che si svolgono nel periodo di Pasqua poiché: 1) non si tratta di una processione statica e figurativa, ma di una vera e propria recita di tipo teatrale dove l’azione e i dialoghi conferiscono vitalità allo svolgimento; 2) il testo sfrutta tutti i dialoghi dei quattro Vangeli anche se, sono presenti dei pezzi inediti che vengono usati solo ed esclusivamente per conferire dinamicità all’azione e per rendere il tutto più comprensibile agli spettatori.

La Sacra Rappresentazione, per le elaborazioni, è quindi anche artistica. Ma nello stesso tempo, per il fine che si propone, è soprattutto popolare, e, proprio per non selezionare in alcun modo il pubblico lo spettacolo è completamente gratuito.

La Sacra Rappresentazione della Passione e morte di Gesù Cristo che si svolge nella nostra borgata è giunta quest’anno alla sua 39° edizione, ma ha origine molto più antica. Infatti, verso la metà del secolo scorso, in occasione della processione del venerdì Santo, i simulacri di Maria SS. Addolorata e del Cristo morto, erano preceduti da un corteo storico che rappresentava tutti i personaggi che hanno animato i giorni della Passione e Morte di nostro Signore Gesù Cristo. E fu così che agli inizi degli anni 60 i giovani della ns. parrocchia hanno deciso di animare questi personaggi.

La nostra manifestazione ogni anno viene seguita da miglia di persone e tantissimi sono i turisti che nel trascorrere i giorni di Pasqua nella nostra città, decidono di assistere con grande ammirazione e commozione alla Sacra Rappresentazione di Partanna Mondello.

Lo scopo della nostra Rappresentazione, però va ben oltre il fatto scenico, infatti vogliamo dare un contributo nella testimonianza che l’unico modello di vita è Gesù Cristo, e ci addolora che molti giovani pieni d’inquietidudine che non hanno mai meditato sul simbolo cristiano della Croce che è Salvezza, cerchino di esaltarsi e valorizzarsi nella violenza e nella droga.

DOMENICA DELLE PALME: ORE 20.30

Ingresso di Gesù a Gerusalemme.
Eeventi Evangelici del Lunedì – Martedì e Mercoledì Santo:

· Gesù entra con i suoi discepoli a Gerusalemme. Gesù caccia i mercanti dal tempio. Contrattazione di Giuda con i Sacerdoti. Viene inserito un inserto dal titolo "Vicenda di Giovanni Battista.

Le varie scene su apposite pedane si svolgeranno in Via Lorenzo Iandolino adiacente la Chiesa Parrocchiale.

GIOVEDI’ SANTO: ORE 21,00

Ultima cena:

· Viene preparato all’aperto un Cenacolo che, nell’ambiente, nei cibi, nelle stoviglie, e nelle lampade riflette le costumanze di allora. Il Maestro si dona ai suoi Discepoli sotto forma di pane e vino e istituisce il sacramento dell’Eucarestia.

Così come avvenne oltre duemila anni fa, dopo la cena, che per l’occasione si rappresenterà nel cortile della casa di riposo ex ONPI, anche noi ci trasferiremo, ma per andare alle falde del Monte Gallo in località Spina Santa dove, in uno scenario naturale all’interno di un uliveto, si svolgeranno le scene seguenti.

Orto degli ulivi:

· la preghiera di Gesù, il sonno degli Apostoli, l’apparizione dell’Angelo, il tradimento di Giuda e quindi la cattura, la fuga degli Apostoli.

Gesù viene trasferito prima alla casa di Hanna dopo un processo sommario
viene trasferito prima alla casa di Kaifa e poi al Consiglio Sinedriaco, diniego di
Pietro, quindi pentimento e impiccagione di Giuda.

A valorizzare lo spettacolo servono le fiaccole e le torce senza turbare l’oscurità della notte, dando la possibilità di individuare i colori e i volti e conferire al tutto vivezza ed incidenza psicologica tale da rendere gli spettatori partecipi all’azione.

SABATO SANTO: ORE 11,00

· I testi Sacri ci indicano nel Venerdì il giorno in cui avvennero quei avvenimenti che culminarono con la Crocifissione di Cristo ma per venire incontro a tanti spettatori perché impegnati con il lavoro o nelle parrocchie per le tante Funzioni Religiose, ormai da decenni abbiamo collocato tali eventi il Sabato.

Pretorio di Pilato:

· Pilato esce fuori e inizia il suo interrogatorio, quindi il confronto tra Gesù ed Erode Antipa, il ritorno da Pilato, la flagellazione e infine nel crescendo del tumulto il pretore lavandosi le mani sentenzia la condanna a morte.

Il tutto viene rappresentato nel cortile dell’ex ONPI sulla scalinata e su dei palchi appositamente disposti in modo da permettere allo spettatore di vedere il tutto senza bisogno di spostarsi.

Via crucis:

· le cadute di Gesù sotto il pesante legno della Croce, gl’incontri con la Veronica, la Maddalena, il Cireneo e il più emozionante con la Madre.

Queste scene come le altre che seguono vengono rappresentate alle falde del Monte Gallo in uno scenario naturale, il pubblico segue con attenzione l’evolversi delle azioni da uno spazio capace di contenere miglia di persone.

Crocifissione:

· Gesù inchiodato alla Croce viene posto tra due ladroni. Ai suoi piedi si portano sua Madre, Maria di Keofa, Maria Maddalena e l’apostolo Giovanni. I soldati romani posti a poca distanza tirano a sorte le Vesti. Alla Crocifissione assistono i Sacerdoti del Sinedrio, l’ordine pubblico è garantito dal Centurione romano mentre la plebaglia giudaica.gironzola intorno al Calvario.

Sepoltura:

· dopo la Morte Gesù viene deposto dalla Croce e il corpo viene adagiato sulle braccia della Madre, scena che Michelangelo immortalò nella famosa "Pietà". Gesù viene avvolto nella "Sindone" e deposto nel "Sepolcro" in un luogo poco distante. Dopo la sepoltura le guardie restano a guardia del sepolcro mentre la folla dei giudei lentamente va via.

Termina così la Sacra Rappresentazione ogni volta ripagati dall’apprezzamento delle persone che hanno assistito con interesse e commozione al susseguirsi delle scene rappresentate.

IL PARROCO
Sac. Vincenzo Amato

vai al sito web

Sei il lettore numero 12826 di questa news o articolo


[ leggi i commenti a questa news (0) | commenta questa news ]
IL NOSTRO SPONSOR

Categorie - Categories
  Affiliati a LaSicilia.com
  Agriturismo
  Associazioni
  Arte e Cultura
  Aziende
  Bed and Breakfast
  Camping
  Cinema
  Città e località
  Eventi e Appuntamenti
  Fotografie
  Gastronomia e Prodotti Tipici
  Genealogia
  Governo ed Enti Pubblici
  Home Pages e Blog
  Hotels
  Immobiliari e Affitti
  Internet
  Libri e Video
  Musica
  Musei
  News ed Articoli
 · Prodotti Tipici Siciliani
 · Ristoranti e Trattorie
 · Scuola e Università
  Siciliani e Siciliane
  Terme e Centri Benessere
  Sport
  Viaggi e Turismo
  TV e Stampa
  Villaggi Turistici
  Miscellanea

[ Aggiungi il tuo sito, Segnala la tua struttura, Segnala un Evento, Suggerisci una News ]

Note legali, Cookie Policy e Privacy

© 1995-2006 Sicily Network - Realizzazione: Studio Scivoletto - 01194800882
LaSicilia.com® è un marchio registrato

CERCA su Google

Limitazione di responsabilità - Con riferimento ai documenti disponibili su questo servizio, nè Studio Scivoletto, nè i suoi dipendenti forniscono alcuna garanzia, implicita o esplicita, nè si assumono alcuna responsabilità legale riguardante l'accuratezza, la completezza o l'utilità di tali informazioni. Studio Scivoletto declina ogni responsabilità per tali contenuti o per il loro uso.